Alla scoperta dell’Olympiastadion di Berlino

Blog Italiani In Germania,Cultura Tedesca,Vivere in Germania

Alla scoperta dell’Olympiastadion di Berlino

– Introduzione

L’Olympiastadion è situato nel quartiere berlinese di Westend. Inaugurato nel 1936 in occasione delle Olimpiadi estive di quell’anno, lo stadio è stato sede di importanti eventi sportivi e culturali nel corso degli anni, tra cui la finale della Coppa del Mondo FIFA 2006 che vide l’Italia trionfare contro la Francia ai rigori.

Lo stadio è stato progettato dall’architetto tedesco Werner March e ha una capacità di oltre 74.000 spettatori. La struttura è famosa per la sua forma ellittica, che è stata progettata per permettere una vista perfetta del campo da qualsiasi posto all’interno dello stadio.

– Un po’ di storia

Durante le Olimpiadi del 1936, l’Olympiastadion è stato al centro delle attenzioni mondiali. Il dittatore Adolf Hitler aveva infatti deciso di usare l’evento come una vetrina per la propaganda nazista e la cerimonia di apertura dello stadio è stata usata per esibire la superiorità tedesca sulla razza umana.

Tuttavia, l’Olympiastadion è stato anche il luogo in cui il corridore afroamericano Jesse Owens ha vinto quattro medaglie d’oro, smentendo la teoria della superiorità della razza ariana. Questo evento è stato visto come un simbolo di resistenza alla discriminazione razziale e alla propaganda nazista.

– Conclusione

Oggigiorno, l’Olympiastadion è uno dei simboli più importanti di Berlino e una delle sue attrazioni turistiche più popolari. Oltre ad ospitare eventi sportivi, lo stadio è anche utilizzato per concerti e altri eventi culturali. Grazie alla sua storia ricca di eventi, lo stadio è diventato un importante luogo di memoria per la città di Berlino e per il mondo intero.

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362