COME SI ESPRIME POSSESSO O APPARTENENZA IN TEDESCO?

Blog Italiani In Germania,La grammatica della lingua Tedesca,Lessico

COME SI ESPRIME POSSESSO O APPARTENENZA IN TEDESCO?

Ti è mai capitato di trovarti incerto su come formulare frasi che esprimono appartenenza in tedesco, come ad esempio: “Questo è il gatto di mia sorella/di suo fratello” oppure “è il gatto di Martina” o ancora “è il gatto della ragazza bionda”?
In italiano utilizziamo sempre la preposizione semplice “di” oppure articolata “di +il/la”àdel/della, più eventualmente l’aggettivo possessivo, o anche il verbo appartenere: “A chi appartiene?” à Appartiene a mio cugino”.

Ma in tedesco?

Facciamo chiarezza.

Per esprimere appartenenza, in tedesco abbiamo quattro possibilità:

Prima possibilità: utilizzare il verbo gehören.
Il verbo gehören –> regge il dativo e il pronome interrogativo di riferimento è dunque = WEM?

Wem gehört dieses T-Shirt? A chi appartiene questa maglietta? (di chi è?)

Gehört dieses T-Shirt dir? Appartiene a te questa maglietta?

Kannst du mir bitte sagen, wem dieses T-Shirt gehört?
Mi puoi dire a chi appartiene questa maglietta?

Ich habe keine Ahnung, wem dieses T-Shirt gehört.
Non ho idea a chi appartenga questa maglietta.

Anna hat gesagt, dass dieses T-Shirt Luca gehört.
Anna ha detto che questa maglietta appartiene a Luca.

Hai notato la differenza con l’italiano?
In tedesco non si usa alcuna preposizione:
appartiene a me   = es gehört mir.
appartiene a Luca = es gehört Luca.

Seconda possibilità: utilizzare le parole composte –> “Komposita”

(Wort­zusammen­setzungen).Guarda queste frasi:
Es fehlt eine Motorschraube –> Wie bitte? Eine Schraube des Motors fehlt?
Manca una vite del motore –> Come, prego? Manca una vite del motore?
Nella prima frase abbiamo la nostra parola composta = „Motorschraube”. Possiamo però esprimere lo stesso concetto con un genitivo = „Schraube des Motors” come riportato nella domanda.
In italiano, come vedi, non c’è nessuna differenza in entrambi i casi traduciamo con: una vite del motore.

Vediamo un altro esempio:

Feiert man heute den Tag der Frauen? Nein, der Frauentag wird am 8. März gefeiert.
Si festeggia oggi la giornata della donna? No, la giornata della donna viene festeggiata l’8 marzo.

In questo esempio abbiamo nella prima frase, la domanda, un genitivo =„ der Tag der Frauen”.
Nella risposta lo stesso concetto è invece espresso con una parola composta = „ Frauentag”.
In italiano, abbiamo di nuovo una sola traduzione: giornata della donna.

Terza possibilità: utilizzare il caso GENITIVO –> complemento di specificazione.

IL CANE/LA MACCHINA DI CHI? –> pronome interrogativo = Wessen?

WESSEN HUND IST BRAV? Il cane di chi è bravo?
WESSEN WAGEN IST ROT? La macchina di chi è rossa?

Come rispondiamo a queste domande?

Ecco le possibili risposte:

Con il complemento di specificazione = GENITIVO.

Der Hund des MädchenS (Genitivo neutro) ist brav.

Der Wagen des JungeN (Genitivo maschile –> N Deklination! = no “s”) ist rot.

E’ bene sapere che il genitivo  sta  lentamente lasciando il posto al dativo. Di fatti nella lingua parlata, molto spesso, al suo posto viene utilizzato VON + dativo.
Eccoli qui di seguito utilizzati a confronto:

Der Hund des MädchenS ist brav. Der Hund von deM Mädchen ist brav.

Der Wagen des JungeN ist rot. Der Wagen von deM JungeN ist rot.

NELLO SCRITTO utilizzate solo il genitivo.

Abbiamo ancora due modi per rispondere, a queste domande, utilizzando:

  • Il genitivo sassone:
  • Lisas Hund ist brav – Marcos Wagen ist rot.
    Il cane di Lisa è bravo – La macchina di Marco è rossa
  • L’aggettivo possessivo che ci porta alla quarta possibilità.

Quarta possibilità: utilizzando l’aggettivo possessivo
che in tedesco viene anche chiamato articolo possessivo e fa parte di quel gruppo di parole dette Artikelwörter che influenzano la declinazione dell’aggettivo qualificativo!

Per rispondere alle domande del punto tre, utilizzando l’aggettivo possessivo, diremmo:

  • Aggettivo possessivo femminile –> Ihr Hund ist brav. (die Frau)
  • Aggettivo possessivo maschile –> Sein Auto ist rot. (der Mann).

L’utilizzo dell’aggettivo possessivo in tedesco a volte ci risulta difficile da comprendere.
Vediamo cos’è determinante per utilizzare correttamente gli aggettivi possessivi in tedesco. A cosa devo pensare?
Le cose a cui devi fare attenzione e riferimento sono due:

  1. Il possessore ed è in merito a questo che sceglierai il tuo articolo possessivo tra questi:
    mein/dein/sein se il possessore è maschile o neutro/ ihr se il possessore è femminile
    unser/ euer (ricordati di eliminare la seconda “e” quando aggiungi la desinenza!) /ihr
  2. Le desinenze: le devo aggiungere?
    Se sei in nominativo maschile e neutro e in accusativo neutro NO!
    In tutti gli altri casi sì.
    Queste desinenze le scegli facendo attenzione NON più al possessore, ma alla cosa/persona/animale “posseduti”.
    Quindi nelle frasi che abbiamo preso come esempio poco sopra abbiamo:
    Possessore à una donna = ihr + animale possedutoàun cane/genere maschileà che fa l’azione di essere bravo dunque à nominativo maschile = nessuna desinenza: ihr Hund ist brav!
    Possessore à un uomo = aggettivo possessivo sein + cosa possedutaàun’auto (genere tedesco neutro)à che fa l’azione di essere rossa dunque à nominativo neutro = nessuna desinenza: sein Auto ist rot!

Ma vediamo ora se il cane e l’auto non sono più il soggetto della frase = nominativo, ma ad esempio subiscono l’azione ”l’accusano”à caso accusativo/complemento oggetto:

La donna ama il suo cane: la donna ama (soggetto) = die Frau liebt –> il suo cane (complemento oggetto/accusativo maschile) = ihrEN Hund.
IHR lo scelgo perché chi possiede è una donna e la desinenza  EN perché la cosa/animale che subisce l’azione è un maschile–> accusativo maschile desinenza SEMPRE EN!

L’uomo guida la sua auto rossa = l’uomo guida (soggetto) = der Mann fährt –>la sua auto rossa (complemento oggetto/accusativo neutro) = sein rotes Auto.
SEIN lo scelgo perché chi possiede è un uomo  e non metto alcuna desinenza perché la cosa che subisce l’azione è un neutro –> accusativo neutro NESSUNA DESINENZA!
Hai visto? Se nessuna parola in questa frase mi fa capire il caso e il genere, allora l’aggettivo se ne fa carico e riporta la desinenza del sostantivo a cui fa riferimento all’accusativo –> daS Auto–> ein roteS Auto.
L’articolo sulla declinazione dell’aggettivo la trovi cliccando qui: IO DECLINO 2.

Nel nostro corso online livello A1, dedichiamo molta attenzione a questa spiegazione e ti aiutiamo con tabelle come quella che vedi nell’immagine seguente:

 

Con un click sul link qui sotto hai l’opportunità di assistere ad una lezione di prova gratuita. Imparare il tedesco non è mai stato così semplice!
Clicca qui: https://italianingermania.com/

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362