David Bowie a Berlino

Cultura Tedesca
David Bowie a Berlino

David Bowie a Berlino

  • Il Duca Bianco e Iggy Pop si trasferiscono 
  • Heroes
  • Il concerto di Berlino del 1987
  • Michael Müller l´11 gennaio 2016

Il Duca Bianco e Iggy Pop si trasferiscono

A metà degli anni ’70, il Duca Bianco stava attraversando un periodo tormentato. A Los Angeles, perennemente sotto i riflettori, consumato dall’abuso di alcol e droga e dagli eccessi, soffriva dell´inaridirsi della sua vena artistica. Prendendo di petto la situazione, decise di cercare altrove una vita anonima, un’atmosfera creativa, sobria: fu così che con l’amico Iggy Pop volò verso Berlino. 

La Berlino della guerra fredda, divisa in due dal muro costruito nel 1961, era paradossalmente considerata non solo la capitale dell’arte, ma anche la capitale dell’eroina: basti pensare al film Christiane F. – Wir Kinder vom Bahnhof Zoo di pochi anni dopo (1981), in cui lo stesso Bowie, autore della colonna sonora con i brani scritti proprio negli anni berlinesi, impersonava se stesso. Non il luogo ideale per una disintossicazione, insomma: eppure, per ironia della sorte, i due musicisti di questo nulla sapevano. 

David Bowie a Berlino trovò l´ambiente ideale per nuovi eccessi: fuori dall’appartamento di Schöneberg, al civico 155 della Hauptstraße, le nottate  trascorrevano nei locali piu´ trendy: dal bar-discoteca Dschungel (“Giungla”), all´Anderes Ufer (oggi Neues Ufer), proprio sotto casa, uno dei primi locali gay-friendly. 

Per quanto mal architettato fosse il progetto riabilitativo, uno degli obiettivi fu senz’altro raggiunto da David Bowie a Berlino: qui compose ben tre album, unificati nella celeberrima “Berlin Trilogy”: Low, Heroes, Lodger (in realtà completato in Svizzera e USA). 

Heroes

Una mattina del 1977, abbassando lo sguardo verso la strada da una finestra degli Hansas Studios, in Köthener Straße, il Duca vide un ragazzo e una ragazza baciarsi accanto al muro che divideva la città e percepì, stridente, il contrasto  tra la forza unificatrice dell’amore e quel simbolo di divisione. Nacque così una delle più belle e famose canzoni di David Bowie a Berlino: Heroes. 

Il concerto di Berlino del 1987

La tappa del Glass Spider Tour del 7 giugno 1987 segnò il ritorno di David Bowie a Berlino ed una data memorabile: nel settore ovest, sul palco di Platz der Republik, la musica di Bowie riempì il cielo notturno unendo, con le casse girate verso oriente, le due anime berlinesi in un solo battito sonoro. I giovani del settore est si affollarono presso il muro e si unirono idealmente al coro dall’altra parte; Bowie salutò “all unsere Freunde, die auf der anderen Seite der Mauer sind” prima di intonare Heroes. 

Lo potete vedere qui:

David Bowie Heroes – Live  front of the Reichstag in Berlin 1987

Michael Müller l´11 gennaio 2016

A un giorno dalla morte del Duca, il sindaco di Berlino disse: “Der Künstler gehörte zu uns. Darauf sind wir stolz. Mehrere Jahre lebte Bowie in unserer Stadt (…). Der Titelsong des Heroes-Album (…) wurde zur Hymne unserer damals geteilten Stadt und ihrer Sehnsucht nach Freiheit. Die Berlinerinnen und Berliner trauern um (…) einen ihrer berühmtesten Mitbürgern”

Pubblicato dal docente: Sabrina

Tag:

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362