I VERBI TEDESCHI DI POSIZIONE

Vocabolario della lingua Tedesca
I VERBI TEDESCHI DI POSIZIONE

I verbi tedeschi di posizione: la traduzione di mettere

In italiano i principali verbi che descrivono la posizione di oggetti, persone o anche luoghi, sono mettere, posizionare o collocare (in caso di movimento) o essere, stare e trovarsi (senza un movimento).

In tedesco però, ognuna di queste circostanze richiede un verbo differente a seconda della posizione, orizzontale o verticale.

I verbi che implicano un movimento e indicano la posizione in cui vengono disposte cose o persone sono i seguenti:

  • stellen: mettere in posizione verticale.

Sie stellen die Flasche auf den Tisch. Mettono la bottiglia sul tavolo.

  • legen: mettere in posizione orizzontale, stendere (anche stendersi).

Wir legen den Teppich auf den Boden. Mettiamo il tappeto sul pavimento.

  • sich setzen: sedersi, nel senso di mettersi a sedere (verbo riflessivo in entrambe le lingue).

Ich setze mich auf das Sofa. Mi siedo sul divano.

  • hängen: appendere.

Er hängt das Poster an die Wand. Appende il poster alla parete.

Questi verbi sono:

  • transitivi e quindi richiedono un complemento oggetto (die Flasche, den Teppich, mich, das Poster);
  • esclusivamente relativi a uno spostamento e perciò completati da una preposizione accompagnata dall’Accusativo (auf den Tisch, auf den Boden, auf das Sofa, an die Wand);
  • deboli (o regolari), pertanto nei tempi composti si troverà il verbo haben come ausiliare (al tempo Perfekt/passato prossimo: hat gestellt, hat gelegt, hat gesetzt, hat gehängt);
  • legati a domande che iniziano con Wohin…? (cioè verso dove) e non solo Wo…? (dove).

 

I verbi che non implicano un movimento e indicano la posizione in cui risiedono e si trovano persone o cose sono i seguenti:

  • stehen: stare (trovarsi o essere) in posizione verticale, in piedi.

Die Flasche steht auf dem Tisch. La bottiglia è sul tavolo. (In italiano non c’è bisogno di specificare “in piedi, in verticale”).

  • liegen: stare (trovarsi o essere) in posizione orizzontale, giacere.

Der Teppich liegt auf dem Boden. Il tappeto è sul pavimento. (In italiano non c’è bisogno di specificare “in orizzontale”).

  • sitzen: stare/essere seduto (non riflessivo).

Wir sitzen auf dem Sofa. Siamo seduti/e sul divano.

  • hängen: stare/essere appeso (NB: l’infinito è uguale al verbo che esprime movimento).

Das Poster hängt an der Wand. Il poster è appeso alla parete. (Nel senso che era già lì, non l’ho sistemato io).

Questi verbi sono:

  • intransitivi e quindi non richiedono un complemento oggetto;
  • forti (o irregolari), basti osservare il Perfekt (passato prossimo): hat gestanden, hat gelegen, hat gesessen, hat gehangen. NB: nella Germania del Sud e in Austria, per questo tempo composto si preferisce il verbo ausiliare sein e dunque si avrà: ist gestanden, ist gelegen, ist gesessen, ist gehangen;
  • assolutamente non relativi a uno spostamento, ma a uno stato! Perciò completati da una preposizione accompagnata dal Dativo (auf dem Tisch, auf dem Boden, auf dem Sofa, an der Wand);
  • legati a domande che iniziano con Wo…? (dove) e non Wohin…? (cioè verso dove).

Attenzione! Il verbo liegen descrive anche la posizione di un edificio, di un luogo pubblico ma soprattutto di una città.

Potsdam liegt bei Berlin. Postdam si trova vicino a Berlino.

Das Museum liegt in der Museumstraße. Il museo si trova in Via Museo.

Pubblicato dalla docente: Michela

Tag:

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362