Le congiunzioni coordinative in Tedesco

Vocabolario della lingua Tedesca
Le congiunzioni coordinative in Tedesco

Come unire più frasi senza inversione: le congiunzioni coordinative

Nei discorsi quotidiani abbiamo spesso l’esigenza di legare due o più enunciati e per fare ciò ci serviamo di brevissime parole come: ma, e, perché, oppure, bensì e via discorrendo. 

Tali parole, dette “congiunzioni” proprio perché congiungono diverse frasi, esistono chiaramente anche in tedesco e sono utili persino a chi ha una conoscenza elementare della lingua.

  1. Vediamo insieme quali sono:

und (e), aber (però, ma), sondern (bensì, ma), denn (poiché, perché), oder (o, oppure), entweder … oder (o … o), nicht nur … sondern auch (non solo … ma anche), sowohl … als auch (sia … sia), weder … noch (né … né).

 

  • Es geht mir gut und ich lerne weiter. Sto bene e continuo a studiare.
  • Jana fährt allein nach Rom, aber ihr Vater ist dagegen. Jana va da sola a Roma, ma suo padre è contrario.
  • Franziska kocht nicht, sondern (sie) sieht fern. Franziska non cucina, bensì (lei) guarda la TV. (Se il soggetto rimane lo stesso, dopo sondern può essere sottinteso.)
  • Wir können nicht lesen, denn wir haben Halsschmerzen. Non riusciamo a leggere, perché abbiamo mal di gola.
  • Ihr kommt zu uns, oder wir kommen zu euch. Voi venite da noi, oppure noi veniamo da voi.
  • Entweder ihr kommt zu uns, oder wir kommen zu euch. O voi venite da noi, o noi veniamo da voi.
  • Magda spricht nicht nur Englisch, sondern (sie) (spricht) auch Russisch. Magda parla non solo inglese, ma (lei) (parla) anche
  • Sowohl sie als auch ihre Schwester sprechen Englisch. Sia lei che sua sorella parlano inglese.
  • Frau Schwarz war weder zu Hause, noch konnte ich sie im Büro erreichen. La signora Schwarz non era a casa, sono riuscito (io) a rintracciarla in ufficio.

Tutte queste congiunzioni sono, per così dire, invisibili: è come se non occupassero nessun posto all’interno della frase e pertanto non danno vita alla cosiddetta inversione della posizione tra soggetto e verbo; 

ovvero non vanno calcolate nella successione dei complementi, delle informazioni, tranne però weder… noch, nell’ultimo esempio.

Attenzione! 

Weder… noch crea infatti l’inversione ed è per questo che dopo noch è obbligatorio inserire il verbo (konnte) e subito dopo il soggetto (ich). 

Si deve poi ricordare che weder … noch (né … né) ha la funzione di negare due elementi e pertanto in tedesco non necessita di un’ulteriore negazione, per esempio nicht, come invece succede in italiano, dove bisogna aggiungere “non”.

 

  • Karin und Bettina gehen in dieselbe Schule. Karin e Bettina vanno nella stessa scuola.
  • Das Kleid ist teuer, aber sehr schön. Il vestito è costoso, ma molto bello.
  • Wir trinken kein Bier, sondern Non beviamo birra, bensì vino.
  • Möchtet ihr Tee oder Kaffee? Volete il tè o il caffè?
  • Die Sonne scheint sowohl in Trier als auch in Frankfurt. Il sole splende sia a Treviri che a Francoforte.
  • Die Sonne scheint weder in Koblenz noch in Saarbrücken. Il sole non splende a Coblenza a Saarbrücken

Bisogna sempre scrivere una virgola prima di aber e sondern, sia quando legano due frasi principali, sia quando uniscono due elementi di un unico enunciato. Aber e sondern sono traducbili con “ma”, anche se in realtà sono leggermente diversi: l’uso di sondern è avversativo, cioè segnala una contrapposizione in confronto a quanto appena detto e quindi viene preferibilmente tradotto con “bensì”; in effetti tutte le frasi che precedono sondern sono negative! Osservate negli esempi sovrastanti i negativi nicht e kein, nelle frasi con sondern. Inoltre se il soggetto è lo stesso in entrambe le frasi, dopo und, sondern e oder, può anche non essere espresso. Fra l’altro, queste congiunzioni si usano per legare due elementi della stessa frase e non solo due frasi indipendenti.

Si ricorda altresì che, oltre a denn, vi è un altro modo per esprimere un motivo, il “perché” non in una domanda, ma in una affermazione ed è weil, molto comune nella lingua parlata. A differenza di denn che permette di costruire la frase seguendo l’ordine soggetto – verbo – complementi, weil porta il verbo coniugato in ultima posizione.

Un’ulteriore differenza si trova nel fatto che un enunciato può cominciare con weil, mantenendo sempre il verbo alla fine della sua proposizione, ma non con denn. In altre parole, denn non si può usare per rispondere a una domanda che inizia con: warum…?

 

Er nimmt einen Schirm mit, weil es viel regnet. Prende un ombrello, perché piove tanto.

Oppure

Weil es viel regnet, nimmt er einen Schirm mit. Perché piove tanto, prende un ombrello.

 

Mentre

Er nimmt einen Schirm mit, denn es regnet viel. Prende un ombrello, perché piove tanto.

Ma non: *Denn es regnet viel, nimmt er einen Schirm mit. * Sbagliato!

 

In conclusione, è bene notare che, pur avendo una costruzione differente, queste due frasi, entrambe corrette, hanno lo stesso significato:

Er nimmt einen Schirm mit, weil es viel regnet.

Er nimmt einen Schirm mit, denn es regnet viel.

Prende un ombrello, perché piove tanto.

Pubblicato dalla docente: Michela

Tag:

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362