Miti tedeschi – la Trabant

Blog Italiani In Germania,Cultura Tedesca

Miti tedeschi – la Trabant

Motore, frizione, gas! Oggi vi parliamo di automobili.

Sappiamo tutti il grande legame tra il popolo tedesco e la cultura automobilistica (ne abbiamo parlato qui: La forte cultura automobilistica in Germania).
Il settore automobilistico tedesco è sinonimo di prestazioni, affidabilità e carattere. Ad oggi le auto tedesche sono quelle più all’avanguardia – e più desiderate!

Ma anche le automobili tedesche del passato continuano a esercitare un certo fascino negli amanti dei motori e non solo. Alcune di queste auto sono diventate delle vere e proprie icone, come la strabiliante, inimitabile Amphicar 770. Oggi vi parliamo di un altro storico modello tedesco, o meglio, della Germania dell’Est. Oggi parliamo della mitica Trabant.

Prima di tutto, dobbiamo immergerci nella storia. Siamo negli anni ’60, la Germania è divisa in due, Est e Ovest. Da una parte, a Ovest, sono nate le grandi case automobilistiche BMW, Mercedes-Benz e Porsche. Dall’altra, a Est, Stato comunista, le case automobilistiche erano due: la Eisenach e la Sachsenring. Fu proprio quest’ultima fabbrica che nel 1957 creò la mitica Trabant.

La Trabant fu subito considerata la “macchina del popolo” della DDR. Piccola, pratica, modesta, con queste caratteristiche la Trabant era l’auto perfetta per incarnare i valori del comunismo.

La Trabant fu sempre intrisa di simbolismo, infatti, oltre al suo stile sobrio, fu commercializzata nel giorno dell’anniversario della Rivoluzione di Ottobre e venne chiamata “Trabant” in onore dell’avventura spaziale sovietica dello Sputnik (“Trabant” significa infatti “satellite”).

Ad oggi la Trabant non viene più prodotta, perché la sobrietà degli esterni e degli interni andava di pari passo con alcuni problemi tecnici che ne fanno un’auto che non è più utilizzabile. Ne resta un mito, un simbolo di un ideale di un Paese, nonché l’auto che era quasi obbligatorio guidare (e che tanto bisognava attendere, dato che era uno dei solo due produttori del paese!).

Oggi la Trabant può essere ammirata solo in qualche vecchia foto, oppure sul murales dedicato della East Side Gallery di Berlino: una Trabant che sfonda il Muro di Berlino. Anche qui, un grande simbolismo che è diventato un grande classico.

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362