“ZU” o non “ZU” questo è il dilemma!          

Blog Italiani In Germania,La grammatica della lingua Tedesca,Lessico

 “ZU” o non “ZU” questo è il dilemma!          

Ammettiamolo, questa parola ci sfida, sa fare molte cose, a volte è obbligatoria altre no, a volte non ha alcuna traduzione e a volte è traducibile con significati diversi tra di loro.

Insomma, la parola “ZU” va imparata, interpretata e a volte lasciata in disparte.

Inutile riunire in un unico articolo tutte le sue funzioni e traduzioni, quello che però è davvero utile è riuscire a capire quando l’infinito  vuole essere accompagnato da  zu e quando no.

Innanzitutto, distingui tra frasi infinitive e frasi finali.

  • Le frasi infinitive sono frasi secondarie, il cui verbo viene espresso all’infinito.
  • Le frasi finali esprimono il fine, lo scopo, il verbo viene espresso all’infinito.

Vediamo degli esempi di frasi infinitive:

  • È bello parlare con te = es ist schön, mit dir zu sprechen.
  • Propongo di andare al cinema = ich schalge vor, ins kino zu gehen.
    Ho voglia di mangiare un gelato = ich habe Lust, ein Eis zu essen
  • Ho intenzione di andare più spesso al mare = ich habe vor, öfter ans Meer zu fahren.
  • Mi diverte andare a fare la spesa = es macht mir Spaß, einkaufen zu gehen.
  • Domani inizio a correre tutti i giorni= morgen fange ich an, jeden Tag zu joggen.

Come vedi in tutti questi esempi ho messo la particella zu davanti all’infinito, indipendentemente dal fatto che in italiano ci fosse una preposizione o meno.

Di fatti questo particolare, cioè se metto o meno una preposizione e quale di queste io metta nelle mie frasi in italiano, è del tutto ininfluente sulla mia decisione di mettere o meno zu davanti all’infinito nelle stesse frasi in tedesco.

In tedesco devi fare attenzione  SOLTANTO al verbo che utilizzi nella tua frase principale, se questo verbo rientra nell’elenco che segue, allora NON dovrai mettere zu, altrimenti sì.

Se nella tua frase principale hai i verbi:

  • Modali
  • Di movimento
  • Di percezione
  • Lassen
  • Bleiben

Allora NON metterai zu davanti all’infinito.

Vediamo gli stessi concetto delle frasi di prima, espressi con dei verbi modali = NIENTE ZU.

  1. E’ bello parlare con te = es ist schön mit dir zu sprechen VS Desidero parlare con te = ich möchte mit dir zu
  2. Propongo di andare al cinema = ich schalge vor ins kino zu gehen VS Vogliamo andare al cinema = Wollen wir ins Kino zu gehen?
  3. Ho intenzione di andare più spesso al mare = Ich habe vor öfter ans Meer zu VS Dovrei andare al mare più spesso = ich sollte öfter ans Meer zu fahren.

Mögen solo raramente viene utilizzato in funzione servile, collegato a un infinito, si tende piuttosto ad utilizzare l’espressione etwas gerne tun. Mentre nelle frasi negative esprime un’avversione.

Esempi:

Ich mag schwimmen –> Ich schwimme gern.  Mi piace nuotare.

Ich mag Pizza essen –>  Ich esse gern Pizza.   Mi piace la pizza.

Abneigung/avversione: –> Ich mag nicht gern Fleisch essen. Non mangio volentieri/non mi piace mangiare la carne.

Vediamo ora le frasi con i verbi di movimento = NIENTE ZU.

  1. Mi diverte andare a fare la spesa = es macht mir Spaß einkaufen zu gehen VS
    Più tardi vado a fare la spesa con Luca = später gehe ich mit Luca 
  2. Domani inizio a correre tutti i giorni = Morgen fange ich an, jeden Tag zu VS
    Non vado a correre tutti i giorni = ich gehe nicht jeden zu Tag joggen!

Ti propongo ora alcune frasi con i verbi di percezione + lassen + bleiben =NIENTE ZU

  • Dov’è Markus? Lo sento cantare in cucina!
    Wo ist Markus? Ich höreihn in der Küche zu
    Ti vedo arrivare! Ich sehe dich zu kommen!
  • Mio figlio è troppo piccolo, non lo lascio andare da solo. Mein Sohn ist zu klein, ich lasse ihn nicht allein zu
    Mi faccio (à in tedesco si usa il verbo lassen e non fare) tagliare i capelli. Ich lasse mir die Haare zu schneiden.
    Lasciamolo giocare ancora un po’. Lassen wir ihn noch ein bisschen zu spielen!
  • Resto a letto ancora un po‘ = Ich bleibenoch eine Weile im Bett zu
    Si fermò immediatamente. = Sie blieb sofort zu stehen.
    Anna preferisce stare in piedi = Anna bleibt lieber zu stehen.

Sono certa che hai notato che con i verbi lernen, lehren, helfen = imparare, insegnare e aiutare a volte zu si mette e a volte no.

Di fatti se nella frase hai solo un infinito questo è senza zu, mentre se è seguito da un complemento, generalmente è preceduto da zu.

Esempi

  • Imparare:
    Er lernt singen.             VS   Er lernt deutsche Lieder zu
    Sta imparando a cantare. Sta imparando a cantare canzoni tedesche.
  • Aiutare:
    Er hilft ihr aufräumen. VS Er hilft ihr das ganze Zimmer aufzuräumen.
    La aiuta a riordinare.          La aiuta a riordinare tutta la stanza.
  • Insegnare:
    Er lehrte ihn reiten.      VS  Er lehrte ihn ein Pferd zu satteln.
    Gli ha insegnato a cavalcare. Gli ha insegnato a sellare un cavallo.

Arriviamo ora alle frasi finali, zu lo mettiamo oppure no?

Ti puoi rilassare perché qui la regola è molto semplice: ZU lo dobbiamo mettere sempre e va in coppia con la preposizione UM.
Sostanzialmente ogni volta che in italiano esprimi un concetto con un verbo all’infinito preceduto dalla preposizione per, NON devi mai tradurla con il suo equivalente tedesco für, ma utilizzare um / zu.

Qui di seguito ti riporto alcuni esempi, mentre tutto quello che c’è da sapere sulle frasi finali lo vedremo nel prossimo articolo.

  1. Esco per andare a trovare Luca = ich gehe aus, um Luca zu besuchen.
  2. Risparmio per comprare un’auto nuova.Ich spare, um mir ein neues Auto zu kaufen.

Se quest’ultima frase avesse avuto anche un modale:

Risparmio per poter comprare un auto nuova avremmo avuto i due infiniti in fondo alla frase, il modale per ultimo preceduto da  zu =
ich spare, um ein Auto kaufen zu können.

Condividi su:

Hai bisogno di informazioni sui nostri corsi?

Siamo sempre a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda sui nostri corsi.

(+39) 348 91 81 362